LA MUTA... QUESTA SCONOSCIUTA... - Proviamola insieme il 25 aprile 2016.

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

LA MUTA... QUESTA SCONOSCIUTA... - Proviamola insieme il 25 aprile 2016.

Messaggio Da marco nanni il Mar Mar 29, 2016 12:48 pm

Ciao a tutti,

ci stiamo sempre più rapidamente avvicinando al debutto stagionale anche nel triathlon.
La prima gara del Campionato sociale 2016 sarà lo Sprint di Rimini in programma il prossimo 7 maggio, ma c’è chi inizierà ancora prima..
Quindi, oltre agli allenamenti fondamentali per arrivare al massimo della condizione, vanno curati anche i dettagli tecnici che sono parte integrante della preparazione alla gara.
In questo caso concentriamo l’attenzione sulla frazione di nuoto ed in particolare sull’uso della muta.
Soprattutto nelle gare di inizio stagione, l’uso della muta è praticamente sempre facoltativo e quindi tutti gli atleti tendono ad utilizzarla.

Per chi non ha mai provato l’emozione, indico di seguito alcuni consigli utili:
- in fase di acquisto fate molta attenzione alla taglia e possibilmente chiedete di provarla (la prova vale come un’ora di sauna);
- ricordate mentre iniziate ad indossarla di usare i polpastrelli delle dita e non le unghie nell’impugnarla, specialmente se la muta è stata tenuta ad una temperatura elevata (baule dell’auto lasciata al sole);
- assicuratevi di aver indossato la parte inferiore correttamente ovvero accertatevi che il cavallo sia ben aderente alla zona inguinale;
- fase critica è quella in cui al termine della frazione dobbiamo toglierla. Per facilitare questa operazione vi consiglio di usare la vasellina da porre sulle caviglie, polsi, sotto le ascelle e sul collo (utile anche ad evitare fastidiose abrasioni da sfregamento);
- per rendere la transizione più veloce si procede a liberare gli arti superiori ed il torso non appena usciti dall’acqua per poi togliersi completamente la muta una volta raggiunta la propria posizione in zona cambio (non è vietato sedersi per sfilare la muta dalle gambe, ma occorre fare attenzione agli altri concorrenti, perciò chi dovesse avere particolari difficoltà è bene che la muta se la tolga direttamente sulla battigia portandola in zona cambio sotto braccio);
- può essere utile avere al seguito un sacchetto di plastica per poi imbustarla una volta terminata la gara evitando di inondare lo zaino;
- una volta a casa la muta va sciacquata con cura con acqua dolce senza usare saponi e lasciata asciugare appesa alla gruccia fornita in dotazione, all’ombra per evitare l’irrigidimento del neoprene.

Detto questo vi propongo una prova che ciascuno dovrebbe comunque fare prima di arrivare al giorno della gara (anche per essere certi di avere ancora la stessa taglia), ma che potremmo condurre insieme per ripercorrere tutte le fasi sopra descritte ed essere così sicuri di non dimenticare nulla.

Io il 25 aprile 2016 sarò in quel di Lido di Spina e se vi va, potreste raggiungermi portando con voi muta, bici, scarpe da running in modo da poter effettuare la prova della muta ed eventualmente abbinare anche un bel allenamento in bici e corsa sui percorsi dell’Iron Delta…
Naturalmente al termine pranzetto in riva al mare;)

Resta inteso che ciascuno di Voi può fare questo tipo di prove dove meglio crede (l’importante è farle), ma se siete interessati alla mia proposta iscrivetevi qui sotto in modo da organizzare al meglio l’attività.

A presto

Marco
avatar
marco nanni

Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 07.10.15
Età : 41
Località : Roma

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum