Il prosciutto di Faenza, una nuova DOP

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il prosciutto di Faenza, una nuova DOP

Messaggio Da Carlo DF il Mar Set 01, 2015 11:20 am

Il prosciutto di Faenza – una nuova DOP
E’ da tempo purtroppo che sul prosciutto nutro grosse riserve, spesso mi è capitato che la qualità non sia quella attesa e anche le marchiature DOP o IGP ormai non sono più una garanzia come sostengono i più.
Forse il mio è un giudizio troppo severo che rasenta lo snobismo culinario, ma troppo spesso mi sono trovato di fronte un piatto di blasonato prosciutto, sulla carta prestigioso e succulento, che però non ha saputo esaudire le attese, e questo sia che si parli di Parma, del Friuli, di Modena, della Valle d'Aosta, di Carpegna o di Norcia. Nessuno di questi è spesso esente da pecche che ne adombrano il prestigio e solo raramente soddisfano pienamente come dovrebbero. E questo è per me un tale deterrente che spesso rinuncio al prosciutto per non patire la delusione di non trovarlo di mio gusto.
Ma per fortuna un’alternativa l’ho trovata! Ed è una mano santa! Si tratta del proscritto di Faenza, meno famoso ma che a differenza dei prosciutti più quotati non tradisce mai, è sempre ottimo, gustoso e profumato.
Ottimo perché è il simbolo di un premio dato all’ottima squadra dell’ImolaTriathlon per la sua folta, allegra e qualificata partecipazione.
Gustoso, in quanto l’affettato di Faenza proprio in virtù delle modalità con cui è maturato acquisisce un aroma particolare e insostituibile: che a Faenza domini la compagine imolese assume infatti un significato simbolico che dona al prosciutto un aroma fragrante e piccantino, offrendo un gusto più sapido e accattivante.
Profumato perché da questo pregiato salume, che vanta una tradizione millenaria, scaturiscono aromi di intensità celestiale, frutto e testimonianza di capacità fuori dal comune.
E allora anche quest’anno ritagliamoci tutti un momento di puro piacere degustando il prosciutto di Faenza! Affettato a mano con lama corta o lunga, su presa salda di una morsa a violino, dove la morsa è quella di squadra e il violino è quello le cui note sentirete suadenti all’assaggio.
Infine, consiglio a tutti noi di arieggiate di tanto in tanto la bici e le scarpe, quando le giornate sono belle e asciutte, così da poter sentire ancora quel profumo inebriante che solo un prosciutto di Faenza sprigiona durante la stagionatura per l’anno a venire.
avatar
Carlo DF

Messaggi : 213
Data d'iscrizione : 23.01.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il prosciutto di Faenza, una nuova DOP

Messaggio Da verona69 il Ven Ott 02, 2015 9:24 pm

DEFRI N. 1
avatar
verona69

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 10.01.14
Età : 48
Località : Imola

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum